CHI E’ IL COACH

“Il coach è un allenatore, cosi come nello sport l’allenatore ti aiuta a vincere le gare e diventare campione, così il coach ti sostiene per diventare un campione in ogni ambito della tua vita.

La maggior parte degli atleti professionisti lavorano con un mental coach per migliorare la loro concentrazione, la gestione dello stress e la motivazione, Il mental coach può aiutare te a superare blocchi mentali, aumentare la tua autostima, uscire da una modalità che si ripete ma non ti piace… e molto altro

CONTATTI IL COACH PER :

  • Un obiettivo che non riesci a raggiungere
  • Superare una prova (esame- lavoro -sfida)
  • Blocchi mentali
  • Migliorare la capacità di prendere decisioni
  • Comunicare più facilmente con il partner, dipendenti, colleghi, amici.
  • Migliorare la concentrazione
  • Gestire lo stress
  • Problemi di relazione di coppia
  • Trovare i tuoi talenti
  • Migliorare la tua qualità di vita
  • Realizzare il tuo sogno
  • Trovare la tua motivazione per raggiungere un obiettibo
  • Cambiare vedute limitanti
  • Essere accompagnato in una sfida quotidiana

Scopri in cosa consiste una sessione di coaching

GLI STEPS DI UN PERCORSO DI COACHING

  • INDIVIDUARE LO STATO PRESENTE E LO STATO DESIDERATO

Si parte dalla base di dove ti trovi in questo momento, quali sono i tuoi desideri, problemi, obiettivi

  • DEFINIRE L’ OBIETTIVO BEN FORMATO

insieme si definiscono gli obiettivi “ben formati” non lasciati al caso, ma definiti, concreti e realizzabili sotto la nostra responsabilità

  • STABILIRE GLI STEP PER PASSARE ALL’AZIONE

In modo pratico insieme frazioniamo gli step per realizzare l’obiettivo secondo quelli che sono i nostri valori e i tempi per realizzarli

ONLINE COACHING CORALYA

COACHING ONLINE

Il coaching online funziona in modo simile al coaching tradizionale, ma le sessioni si svolgono attraverso strumenti di comunicazione digitale come videochiamate di varie piattaforme.

  • Identificazione degli obiettivi: Durante la fase iniziale, il coach e il cliente collaborano per identificare gli obiettivi specifici che il cliente desidera raggiungere attraverso il coaching. Questi obiettivi possono riguardare la carriera, la vita personale, il benessere, la gestione dello stress, o qualsiasi altro aspetto su cui il cliente vuole lavorare.
  • Pianificazione delle sessioni: Una volta stabiliti gli obiettivi, il coach e il cliente concordano un programma di sessioni di coaching. Questo può variare a seconda delle esigenze individuali, ma di solito si tiene una sessione di coaching settimanale o quindicinale. Durante queste sessioni, si affrontano gli argomenti concordati e si lavora per raggiungere gli obiettivi stabiliti.
  • Comunicazione online: Le sessioni di coaching si svolgono utilizzando strumenti di comunicazione online. Il coach e il cliente si collegano tramite una piattaforma conveniente e si comunicano in tempo reale. Durante la sessione, il coach pone domande, ascolta attivamente il cliente e fornisce sostegno, motivazione e orientamento.
  • Lavoro sulle sfide e la crescita personale: Durante le sessioni, il coach aiuta il cliente a esplorare le sfide, a identificare gli ostacoli e a sviluppare strategie per superarli. Il coach offre prospettive e punti di vista alternativi, stimola la riflessione e incoraggia il cliente a prendere azioni concrete verso i propri obiettivi.
  • Compiti e azioni: Tra una sessione e l’altra, il cliente può essere assegnato a compiti o attività da svolgere per approfondire il lavoro fatto durante la sessione.

LA MAPPA NON E’ IL TERRITORIO

il tuo punto di vista, cioè la tua mappa, l’idea che tu hai non corrisponde a quella che è la vera realtà, cioè il territorio, ossia quello che esiste oggettivamente, che prevede svariate forme e modi per intendere le cose, paradossalmente uno per ogni abitante di questo meraviglioso pianeta. Esistono molti modi per arrivare allo stesso punto. Comprendere nel profondo questa frase è sufficiente per rivoluzionare la propria vita, iniziare a vivere con più consapevolezza e con un atteggiamento d’accettazione nei confronti degli altri. Nel profondo significa allargare la propria visione, accettare che esistono punti di vista diversi dai nostri, meritevoli di considerazione e soprattutto di rispetto.

Dove sta il giusto? Chi detiene la verità? Chi ha ragione?

Queste le domande che sfociano nei vari conflitti che viviamo ogni giorno! Facciamo delle esperienze e su di esse costruiamo la nostra realtà, questa realtà NON E’ LA VERITA’

Una mappa può essere scarsa, limitata, molto lontana dalla realtà oggettiva anche se noi siamo convinti sia la verità assoluta.

Ben venga quindi tutto quello che contribuisce a farci crescere, a migliorarci, a farci vivere meglio ed invece di chiuderci ad opportunità, la scelta migliore sarebbe quella di approfittarne.

“La mappa non è il territorio” è una frase usata per enfatizzare la differenza tra la realtà oggettiva e la nostra rappresentazione o percezione di essa. L’espressione è stata coniata dallo psicologo e logico polacco Alfred Korzybski per sottolineare che le nostre mappe concettuali, i modelli mentali e le rappresentazioni linguistiche sono solo approssimazioni della realtà e non possono rappresentarla completamente.

In altre parole, quando diciamo “la mappa non è il territorio”, intendiamo che le nostre percezioni e le nostre interpretazioni della realtà sono influenzate dalle nostre esperienze, convinzioni, pregiudizi e filtri cognitivi. Quindi, ciò che percepiamo e comprendiamo del mondo è una rappresentazione soggettiva e parziale della realtà stessa.

Questa frase viene spesso utilizzata in contesti che riguardano la comunicazione e la comprensione interpersonale. Riconoscere che la nostra mappa personale può essere diversa da quella degli altri ci aiuta a comprendere che le persone hanno punti di vista e interpretazioni differenti, e ci incoraggia a essere aperti al dialogo e al confronto per ottenere una visione più completa e accurata del mondo.

INSIEME LAVOREREMO PER ALLARGARE LA TUA MAPPA

CHIAMA CORALYA COACH

CHIEDI INFORMAZIONI

Leave this field blank