MICRODERMO ABRASIONE

2200 + iva
  • Prezzo Listino
Apparecchiatura Estetica Coralya
MICRODERMOABRASIONE MANIPOLO CORALYA

MICRODERMOABRASIONE CORALYA

La Microdermoabrasione

con punte di diamante è un trattamento di esfoliazione meccanica controllata e non invasiva con azione levigante sullo strato epiteliale. Migliora l’aspetto, il tono e la luminosità della pelle e ne ripristina l’elasticità.
L’Apparato è dotato di un manipolo su cui si adattano diverse punte di diamante, con differenti diametri e granulazioni e si devono scegliere in base alla zona da trattare o in funzione della profondità che si desideri raggiungere nella pelle.
L’operatore strofina il manipolo sulla pelle del cliente con movimenti accurati per esfoliare lo strato di cellule morte. La pelle dovrà essere prima detersa ed asciugata. Il manipolo incorpora un sistema di vuoto che aspira le cellule morte verso un filtro raccoglitore simultaneamente all’azione esfoliante.
Aree cutanee del corpo in cui è possibile effettuare il trattamento: viso, collo décolleté, braccia, schiena, arti inferiori.
Aree escluse dal trattamento: Palpebre, labbra, zone con pelle sottile
Il trattamento dura tra i quindici minuti e la mezz’ora. Applicare sempre una crema idratante al termine ed eventualmente un filtro solare.
Il numero di sedute necessario dipende molto dalle problematiche affrontate.
In media 3/10 trattamenti a distanza di 7-10 giorni l’uno dall’altro. Per l’acne o le cicatrici da acne possono essere necessarie più sedute. Mantenimento mensile o bi-mensile. L’esposizione solare dovrà essere evitata per 72/96 ore dopo il trattamento.

Microdermoabrasione Noleggio

Puoi avere l’ apparecchiatura Microdermoabrasione a Noleggio, chiama per informazioni il 335248527 o scrivi a info@coralya.it

Microdermoabrasione Professionale

La microdermoabrasione è un particolare tipo di trattamento estetico, impiegato in ambito dermatologico per contrastare varie tipologie di inestetismi.
Microdermoabrasione La microdermoabrasione è una tecnica considerata “più soft” e meno invasiva rispetto alla dermoabrasione vera e propria, che, invece, esercita un’azione sulla cute a livelli più profondi.
Questo tipo di trattamento è relativamente recente, poiché fu introdotto in Italia soltanto negli anni ’80, per poi diffondersi all’estero negli anni successivi.

Cos’è la Microdermoabrasione
La microdermoabrasione è un trattamento medico estetico, che si prefigge l’obiettivo di attenuare diversi tipi di inestetismi cutanei – legati all’avanzare dell’età e non – attraverso la levigazione della pelle e lo stimolo del rinnovamento cellulare.
Fra i principali inestetismi che si possono trattare con la microdermoabrasione, ricordiamo:

Cicatrici di varia origine e natura (cicatrici post-acneiche, cicatrici post-chirurgiche deturpanti, ecc.);
Macchie cutanee e iperpigmentazioni;
Rughe;
Smagliature.
La microdermoabrasione viene eseguita allo scopo di rimuovere porzioni di cute superficiale, esercitando così un’azione levigante e stimolando al contempo il ricambio cellulare.
Per rimuovere gli strati superficiali della cute, si possono utilizzare diversi materiali, fra cui quelli maggiormente impiegati sono i cristalli di corindone (un diamante artificiale), oppure i microgranuli di idrossido di alluminio.

Come si esegue

La microdermoabrasione è un procedimento piuttosto semplice, più delicato, meno invasivo e non traumatico rispetto alla dermoabrasione, poiché non raggiunge gli strati più profondi della pelle, ma esercita un’azione levigante superficiale.
È una tecnica che si svolge in ambito ambulatoriale e, generalmente, senza anestesia, anche se negli individui più sensibili si può effettuare un’anestesia locale se il medico lo ritiene opportuno.

Materiali usati

Come accennato, la microdermoabrasione si avvale dell’uso di particolari materiali – come i cristalli di corindone o i microgranuli di idrossido di alluminio – che esercitano sulla pelle un’azione abrasiva delicata e levigante.
La microdermoabrasione viene eseguita mediante l’impiego di un apposito strumento dotato di un manipolo che convoglia le particelle abrasive direttamente sulla pelle, così che possano esplicare la loro azione, per poi aspirarle subito dopo asportando in questo modo anche le cellule morte che sono state rimosse dall’azione dei cristalli o dei microgranuli.
La quantità di sostanze abrasive da impiegarsi, e la velocità con la quale vengono direzionate sulla cute, sono stabilite dal medico sulla base di diversi fattori, quali il tipo d’inestetismo da contrastare, l’area del volto o del corpo da trattare e le condizioni generali del paziente.
La microdermoabrasione può essere effettuata sia da sola, come unico trattamento, sia in associazione all’esfoliazione chimica della pelle (peeling chimico), ad esempio, con alfa-idrossiacidi.

Prima e Dopo l’Intervento

Indipendentemente dal tipo di inestetismo che si vuole trattare, nel momento in cui si decide di ricorrere alla microdermoabrasione, è sempre bene chiedere consiglio e rivolgersi a un chirurgo estetico e/o a un dermatologo specializzati in materia, poiché – per quanto sicura – se la microdermoabrasione viene eseguita da mani inesperte può causare gravi danni alla pelle e portare a risultati opposti a quelli che invece si vogliono ottenere.
Dopo il consulto del medico, esso fornirà tutte le indicazioni cui il paziente dovrà rigorosamente attenersi, sia prima che dopo il trattamento, in maniera tale da evitare l’insorgenza di complicazioni ed effetti collaterali.
Inoltre, è necessario informare il medico se ci si sta sottoponendo a peeling chimici o ad altri trattamenti estetici che possono aumentare la sensibilità cutanea.
Allo stesso tempo, il medico deve essere informato se si stanno utilizzando farmaci per uso topico o altri prodotti contenenti retinoidi, acido glicolico, perossido di benzoile o altre sostanze analoghe.

Risultati Microdermoabrasione

Solitamente, i risultati della microdermoabrasione sono ottimi; anche se non è in grado di eliminare totalmente gli inestetismi, questo trattamento può comunque attenuarli notevolmente.
In linea generale, per ottenere risultati significativi occorre effettuare più sedute di dermoabrasione a determinati intervalli di tempo.
La quantità di sedute e l’intervallo di tempo che deve trascorrere fra l’una e l’altra dipendono da vari fattori, come l’estensione dell’area da trattare, il tipo di inestetismo da trattare e la risposta generale del paziente al trattamento microdermoabrasivo.
Ad ogni modo, indicativamente, per ottenere risultati apprezzabili sono necessarie dalle cinque alle dieci sedute, da eseguirsi a distanza di circa 1-2 settimane l’una dall’altra. In seguito, si possono poi effettuare sedute di mantenimento ogni 2-6 mesi.
Tuttavia, è bene precisare che, normalmente, la microdermoabrasione è efficace solo in caso di inestetismi (rughe, cicatrici ecc.) poco profondi, mentre per quelli più marcati è necessario ricorrere a procedure più invasive.

Scheda Caratteristiche Tecniche Apparecchiatura

Coralya Logo

Pronti a chiedere Informazioni?

HAI UN DUBBIO? VUOI UN PREZZO? POSSIAMO AIUTARTI

CONTATTACI

Hai dei dubbi? Chiamaci o compila il form qui sotto e ti risponderemo quanto prima possibile.